Tutte le notizie in breve

La consigliera federale Simonetta Sommaruga

KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha partecipato oggi all'incontro del Consiglio dei ministri di giustizia e degli affari interni dell'UE a Lussemburgo.

Temi centrali della discussione erano la crisi migratoria e la cooperazione di polizia nella lotta al terrorismo, compreso l'inasprimento del diritto sulle armi, precisa un comunicato del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

I ministri hanno esaminato la revisione della direttiva europea sulle armi, vincolante anche per la Svizzera. La consigliera federale ritiene essenziale impedire ai terroristi di armarsi. Berna sostiene le misure adottate a tal fine, ma bisogna trovare soluzioni pragmatiche, rispettose delle peculiarità e tradizioni nazionali come ad esempio in Svizzera il tiro fuori del servizio militare, che affonda le sue radici nel sistema di milizia elvetico, ha detto Sommaruga. Il testo proposto tiene conto di tali aspetti senza rimettere in questione la finalità delle misure, ossia l'abuso di armi a scopi terroristici.

In materia di migrazione i ministri hanno dibattuto dell'applicazione dell'accordo con la Turchia, grazie alla quale gli sbarchi in Grecia sono fortemente diminuiti. Hanno assicurato ad Atene ulteriore sostegno, sottolineando comunque di attendersi una velocizzazione delle procedure e dei rinvii verso la Turchia.

A margine dell'incontro la consigliera federale ha discusso della crisi migratoria con i suoi omologhi d'Italia, Austria e Grecia. Ha inoltre incontrato il Ministro degli interni della Slovacchia, Paese che in estate assumerà la presidenza dell'UE, indica la nota.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve