Tutte le notizie in breve

Lo sprayer zurighese "Puber" è stato arrestato oggi a Vienna. Il 31enne - già condannato due anni fa nella capitale austriaca per i danni causati con le sue scritte - è stato fermato mentre cercava di rubare una bicicletta ed ha opposto resistenza.

Lo svizzero è stato arrestato in seguito all'intervento di una pattuglia di polizia che ha sorpreso tre persone intente a verniciare con le loro bombolette una parete anti-rumore, ha dichiarato un portavoce della polizia di Vienna.

Un 18enne austriaco è stato fermato sul posto. Gli altri due "graffitari" si sono allontanati e sono stati sorpresi da un'altra pattuglia mentre cercavano di rubare una bicicletta. Il cittadino svizzero è stato arrestato assieme ad un 30enne tedesco.

Lo zurighese era già stato arrestato a Vienna nel marzo del 2014, dopo che la sua caratteristica firma a caratteri cubitali era apparsa sui muri della città. Nel luglio di due anni fa era stato condannato a 14 mesi di carcere, di cui quattro da scontare.

Rilasciato dopo la lettura della sentenza, "Puber" sarebbe ritornato attivo l'estate scorsa come sprayer in Svizzera. La scritta "Puber" è ritornata a fare capolino negli ultimi mesi anche a Vienna, ma ancora non era chiaro se si trattasse dell'"originale" o di "copie".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve