Tutte le notizie in breve

L'ex presidente Bill Clinton

KEYSTONE/AP/MATT ROURKE

(sda-ats)

Spunta una nuova accusatrice di Bill Clinton, 36 anni dopo tre presunti episodi di molestie sessuali. Leslie Millwee, all'epoca reporter ventenne della scomparsa tv locale Klmn, ha affidato la sua denuncia al Breitbarb News, un sito conservatore di destra filo-Trump.

La donna sostiene che nel 1980 l'allora governatore dell'Arkansas, che era incaricata di seguire, la assalì tre volte in una piccola stanza della redazione, con un crescendo di attenzioni non volute, da carezze e palpeggiamenti del seno sino ad una masturbazione contro il suo corpo.

Una quarta volta, secondo la sua versione, Bill Clinton andò a bussare a casa sua ma lei non gli aprì. Dopo quell'episodio la giornalista ne parlò con la nonna e decise di lasciare il lavoro in quella emittente.

Millwee ha sostenuto che era pronta a rivelare la vicenda nel 1998, quando uscì lo scandalo di Monica Lewinsky, ma poi, vedendo come i Clinton avevano offeso la stessa Lewinski e altre accusatrici, rinunciò temendo conseguenze per la sua carriera e per i suoi figli piccoli.

Ora, dopo altri 18 anni, dice di sentirsi a suo agio e per questo ha raccontato tutto. Karen Pharis, all'epoca direttore della tv Klmn, ha confermato a Breitbarb che Millwee era una reporter dell'emittente, che il suo incarico includeva anche interviste a Bill Clinton, che lavorava in una stanza piccola e isolata e che rimase sorpresa dalle sue improvvise dimissioni.

Pharis inoltre ha riferito che l'allora governatore dell'Arkansas visitò la redazione "forse un paio di volte" mentre lei era lì, ma che potrebbe essere stata assente in altre occasioni.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve