Tutte le notizie in breve

Straumann, gruppo basilese specializzato nella produzione di impianti dentali, ha riacquistato 530'000 proprie azioni dal fondo sovrano di Singapore (GIC), per un totale di 200 milioni di franchi.

La partecipazione di GIC, il secondo maggior azionista della società elvetica, scende quindi dal 14% a meno del 5%.

Un'eccedenza di liquidità ha permesso a Straumann di finalizzare questa operazione, si legge in un nota odierna del gruppo renano. Straumann precisa di possedere 300 milioni in denaro liquido e ciò nonostante le recenti acquisizioni e gli investimenti per favorire la crescita.

Nel primo semestre Straumann ha ottenuto risultati record realizzando un utile netto di 134,7 milioni di franchi, di fronte a una perdita di 0,7 milioni nello stesso periodo del 2015.

Il fatturato è cresciuto nei primi sei mesi del 16% a 461 milioni. L'utile lordo è salito del 19,6% a 361 milioni di franchi e il risultato operativo EBIT del 38,3% a 114,4 milioni.

Per l'insieme dell'esercizio 2016, il gruppo si attende una crescita del giro d'affari di poco oltre il 10%.

Straumann ha nel frattempo rilevato il suo concorrente indiano Equinox, che lo scorso anno ha realizzato un fatturato di 3 milioni di franchi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve