Tutte le notizie in breve

Uno studente è stato ucciso oggi in scontri tra la polizia sudanese e universitari dell'ateneo di Ahaliya, nella cittadina di Omdurman, situata al di là del Nilo, di fronte alla capitale Khartoum. Lo hanno riferito medici e testimoni ai media locali.

Gli scontri sono scoppiati quando le forze di sicurezza sono intervenute per fermare la marcia di decine di studenti che chiedevano il rilascio di loro compagni arrestati nel corso di precedenti manifestazioni indette nelle università sudanesi.

Il giovane ucciso è giunto in ospedale già privo di vita ma i medici non hanno precisato la natura delle ferite che lo hanno ucciso. Altri universitari in processione hanno poi portato il corpo nella sua abitazione gridando "uccidere studenti significa uccidere la nazione". La polizia antisommossa è stata dispiegata intorno all'ospedale e lungo il percorso del corteo.

All'origine delle manifestazioni sembra esserci la decisione del governo di Khartoum di mettere in vendita gli storici edifici che ospitano l'università della capitale.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve