Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il luogo dell'attentato (foto d'archivio)

KEYSTONE/EPA/CHRISTOPHE PETIT TESSON

(sda-ats)

I superstiti dell'attentato del 13 novembre scorso durante un concerto degli Eagles of Death Metal al teatro parigino Bataclan sono tornati oggi per la prima volta sul luogo di quella strage per qualche minuto di raccoglimento.

L'occasione è l'imminente fine dei lavori nella sala da concerti che, a novembre, tornerà alla sua programmazione tradizionale.

Diverse decine di persone hanno aderito all'invito di tornare sul luogo dell'attentato nel quale tre jihadisti uccisero 90 persone. Il teatro, da quella sera, è rimasto chiuso.

"Abbiamo organizzato non delle visite, ma dei momenti intimi di raccoglimento" ha spiegato l'associazione delle vittime, 'Life for Paris'.

Per accompagnare i superstiti è stata mobilitata una cellula di psicologi. Una prima visita era stata organizzata in aprile, ma i lavori di rifacimento erano ancora all'inizio. Adesso la sala è stata ricostruita come era prima del 13 novembre.

Il Bataclan riaprirà - secondo i programmi - la sera del prossimo 16 novembre, poco più di un anno dopo gli attentati, con un concerto del rocker inglese Pete Doherty.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS