Tutte le notizie in breve

L'insegna di Swissquote presso la sede di Gland (VD).

Keystone/DOMINIC FAVRE

(sda-ats)

Forte crescita nel primo semestre di quest'anno per Swissquote: il fornitore vodese di servizi finanziari online ha registrato un utile netto in progressione del 204,6% a 11,1 milioni di franchi contro una perdita di 10,6 milioni nello stesso periodo del 2015.

L'anno scorso Swissquote aveva dovuto procedere ad accantonamenti per coprire saldi negativi dei clienti dopo l'abbandono da parte della Banca nazionale svizzera (BNS) della soglia minima di cambio franco/euro. Lo ha comunicato oggi lo stesso gruppo con sede a Gland (VD).

L'utile prima delle imposte è progredito del 7,3% a 12,6 milioni, mentre il giro d'affari ha registrato un incremento dell'1,9% a 75,4 milioni.

L'afflusso di denaro fresco si è iscritto a 5,2 miliardi di franchi contro 508,2 milioni nel semestre precedente. Il numero di conti clienti è aumentato del 32,3% a 300'691 - oltrepassando per la prima vola la barra dei 300'000 - grazie in particolare alla collaborazione con PostFinance. Gli averi in deposito si sono attestati a 16,1 miliardi di franchi (11,5 miliardi a fine giugno 2015).

La collaborazione con Postfinance si è tradotta con una avanzata in termini di afflusso di denaro fresco, di numero di conti e di averi in deposto, viene sottolineato. L'impatto dei conti di Postfinance, essendo stati trasferiti solo all'inizio di maggio, è stato solo marginale sulle entrate, precisa la nota. Anche senza Postfinance - viene aggiunto - l'afflusso di nuovo denaro sarebbe stato positivo. La crescita organica ha in effetti raggiunto 812,2 milioni di franchi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve