Tutte le notizie in breve

Oltre un francese su due è favorevole all'uso della tortura per far parlare i terroristi: è quanto emerge da un sondaggio.

Il sondaggio è stato realizzato dall'Ifop per l'Acat (l'Action des chrétiens pour l'abolition de la torture), che mette in luce "la crescente indulgenza dell'opinione pubblica francese rispetto alle torture di Stato" dopo gli attentati del 13 novembre.

In particolare, oltre il 54% degli abitanti della cosiddetta 'Patria dei diritti umanì ritiene legittimo che un agente di polizia possa colpire con "scariche elettriche" un qualsiasi individuo sospettato, ad esempio, di aver depositato una bomba pronta ad esplodere per indurlo a parlare. Nel 2000, i francesi a dirsi favorevoli a questo genere di pratiche erano appena il 34%.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve