Trump: anche ex ambasciatore in british connection


 Tutte le notizie in breve

Si allarga la "british connection" dietro il dossier contro il presidente eletto degli Usa Donald Trump.

L'ex ambasciatore britannico a Mosca, Sir Andrew Wood, ha rivelato al Times di aver condiviso i sospetti sulle relazioni fra il presidente eletto e la Russia col senatore statunitense John McCain, che ha trasmesso il materiale al capo della polizia federale statunitense Fbi.

Wood, a capo della diplomazia di Londra in Russia dal 1995 al 2000, nega di aver visto una copia del rapporto, ma il suo incontro con McCain, avvenuto in Canada a novembre - in cui aveva avvertito il "falco" repubblicano anti-russo della possibilità che Mosca avesse nelle mani materiale audio e video compromettente - sarebbe di fatto servito per accreditare il dossier.

Il progressivo coinvolgimento del Regno Unito nella vicenda rischia di aumentare i sospetti di un complotto che avrebbe conseguenze molto negative nei rapporti con la nuova amministrazione di Trump in arrivo alla Casa Bianca.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve