Tutte le notizie in breve

Il luogo dell'attacco a Diyarbakir, principale città curda nel sud-est della Turchia.

Keystone/EPA/STR

(sda-ats)

È di 3 morti e 45 feriti, tra cui 33 civili, il nuovo bilancio dell'esplosione di un'autobomba questo pomeriggio a Diyarbakir, principale città curda nel sud-est della Turchia.

La bomba è esplosa al passaggio di un minibus delle forze dell'ordine. Lo rende noto un comunicato del governatore locale, secondo cui si è trattato di un attacco del Pkk. Nella zona dell'esplosione ci sono diversi luoghi frequentati da civili, tra cui un bar, un parco e una scuola. Diverse persone sono state fermate in un blitz subito dopo l'attacco.

L'esplosione è avvenuta intorno alle 16:30 locali (le 15:30 in Svizzera) in una zona centrale di Diyarbakir. Obiettivo dell'attacco erano le forze di polizia. Lo riporta la Cnn Turk, secondo cui molti dei feriti sono poliziotti ma ci sono anche civili, alcuni dei quali si trovavano in stato di fermo sul mezzo attaccato.

Secondo l'agenzia Anadolu, si è trattato di un attacco del Pkk curdo, con cui Ankara ha ripreso la scorsa estate il conflitto nel sud-est del Paese.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve