Tutte le notizie in breve

Le autorità turche hanno sospeso 64 dipendenti della Corte costituzionale sospettati di legami con la rete di Fethullah Gulen, accusato da Ankara del fallito golpe.

Tra questi, ci sarebbe anche uno stretto collaboratore del presidente della Corte, Zuhtu Arslan. Lo riferisce l'agenzia statale Anadolu. In precedenza, altri 8 dipendenti, tra cui alcuni giudici, erano stati sospesi e arrestati dopo il fallito golpe.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve