Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il predicatore Fethullah Gulen, la cui organizzaizone è considerata da Ankara responsabile del tentativo di golpe del 15 luglio scorso (foto d'archivio).

Keystone/FR170581 AP/CHRIS POST

(sda-ats)

Sette cittadini turchi sospettati di legami con la Feto, l'organizzazione del predicatore Fethullah Gulen considerata da Ankara responsabile del tentativo di golpe del 15 luglio scorso, sono stati arrestati in Bulgaria.

Si tratta di tre commissari di polizia dei dipartimenti di Diyarbakir e Kocaeli, un professore all'università di Malatya, un giornalista del quotidiano "Zaman", un insegnante liceale di fisica e matematica e un commerciante. Tutti sono stati consegnati immediatamente alle autorità di Ankara.

I sette si nascondevano in un camion TIR con targa turca entrato dalla Turchia in Bulgaria al valico di frontiera Kapakule il 12 ottobre scorso e fermato dalla polizia bulgara due giorni più tardi al confine bulgaro con la Romania.

La notizia è trapelata soltanto oggi e i media bulgari rilevano il fatto che la polizia ha consegnato i cittadini turchi alle autorità del loro Paese senza chiedere il parere della procura bulgara. Il ministero dell'Interno a Sofia intanto non ha voluto né confermare né smentire la notizia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS