Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il logo della prima banca svizzera (foto d'archivio).

Keystone/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

Nel secondo trimestre dell'anno UBS ha realizzato un utile netto di 1,03 miliardi di franchi, in flessione del 14% su un anno. Il risultato è tuttavia in progressione del 46% rispetto ai primi tre mesi del 2016.

L'utile prima delle imposte si è ridotto del 15% a 1,49 miliardi di franchi su un anno, ma è progredito del 52% rispetto al primo trimestre, ha indicato oggi la prima banca svizzera in un comunicato. I ricavi operativi si sono ridotti del 5% a 7,4 miliardi su un anno.

La persistente volatilità dei mercati, le incertezze macroeconomiche e le forti tensioni geopolitiche - rafforzate dalla Brexit - hanno contribuito all'avversione da parte dei clienti ad assumere rischi e allo scarso volume delle transazioni, spiega UBS. "È poco probabile che tali condizioni cambino in un futuro prossimo", avverte la l'istituto bancario.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS