Tutte le notizie in breve

Il logo della prima banca svizzera (foto d'archivio).

Keystone/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

Nel secondo trimestre dell'anno UBS ha realizzato un utile netto di 1,03 miliardi di franchi, in flessione del 14% su un anno. Il risultato è tuttavia in progressione del 46% rispetto ai primi tre mesi del 2016.

L'utile prima delle imposte si è ridotto del 15% a 1,49 miliardi di franchi su un anno, ma è progredito del 52% rispetto al primo trimestre, ha indicato oggi la prima banca svizzera in un comunicato. I ricavi operativi si sono ridotti del 5% a 7,4 miliardi su un anno.

La persistente volatilità dei mercati, le incertezze macroeconomiche e le forti tensioni geopolitiche - rafforzate dalla Brexit - hanno contribuito all'avversione da parte dei clienti ad assumere rischi e allo scarso volume delle transazioni, spiega UBS. "È poco probabile che tali condizioni cambino in un futuro prossimo", avverte la l'istituto bancario.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve