Tutte le notizie in breve

Il telescopio spaziale Hubble della Nasa.

KEYSTONE/AP NASA

(sda-ats)

A 8.000 anni luce di distanza dalla Terra c'è un pianeta che orbita intorno a due stelle un po' meno massicce del Sole: si trova verso il centro della nostra galassia e lo ha individuato il telescopio spaziale Hubble.

Il sistema, chiamato OGLE-2007-BLG-349, è descritto sull'Astronomical Journal dal gruppo coordinato da David Bennett, del Goddard Space Flight center della Nasa.

Il pianeta ha la massa simile a quella di Saturno e orbita a circa 480 milioni di chilometri dalla coppia di stelle. Impiega circa sette anni per completare un'orbita intorno ai due astri che sono molto vicini, infatti, distano tra loro solo 11 milioni di chilometri.

Il sistema in realtà era stato scoperto nel 2007 da una collaborazione internazionale che aveva usato la tecnica della microlente gravitazionale, un effetto che si verifica quando la forza di gravità di una stella in primo piano distorce la luce proveniente dalle stelle alle sue spalle, 'ingrandendone' l'immagine.

Tuttavia nove anni fa i ricercatori non erano riusciti a identificare bene la natura del sistema: c'era il dubbio che si trattasse di due pianeti, uno della massa di Saturno e uno simile alla Terra in orbita intorno a una sola stella.

Le immagini molto nitide di Hubble, invece, hanno permesso di individuare tutti e tre i corpi celesti e di definirne l'identità senza ombra di dubbio. E' stato così possibile stabilire che si tratta di un pianeta e due nane rosse, che sono un po' meno luminose e meno massicce del Sole.

Alla luce della scoperta, secondo i ricercatori l'uso del telescopio spaziale gestito da Nasa e Agenzia Spaziale Europea (Esa), abbinato alla tecnica della microlente gravitazionale potrebbe fornire un contributo importantissimo nella ricerca dei pianeti esterni al Sistema Solare.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve