Tutte le notizie in breve

La cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko (foto d'archivio).

KEYSTONE/EPA ESA / ROSETTA/ESA/ROSETTA/NAVCAM – CC BY-SA IGO 3.0

(sda-ats)

La cometa "Chury" contiene elementi chiave per la vita. La sonda spaziale Rosetta, grazie ad un'apparecchiatura creata dall'Università di Berna, vi ha identificato un amminoacido e del fosforo, due componenti importanti del DNA, dell'RNA e della membrana cellulare.

Per la precisione, questi elementi sono stati trovati in una nuvola di polvere e gas della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, nota con il nomignolo "Chury". La scoperta è stata fatta da ROSINA, lo spettrometro di massa sviluppato da ricercatori bernesi, che aveva già svelato la presenza di ossigeno e argon.

Da molto tempo si discute dell'eventualità che i "mattoni" fondamentali della vita possano essere stati portati sulla Terra da comete. Fino ad oggi però le tracce del più semplice degli amminoacidi, la glicina, erano state scoperte dalla NASA solo su campioni sospettati di essere stati contaminati da sostanze terrestri, ricorda un comunicato odierno dell'Università di Berna.

Adesso però ROSINA - sottolinea un articolo pubblicato dalla rivista "Science Advance" - oltre ad aver trovato senza ombra di dubbio la glicina - unico amminoacido che si può formare in assenza di acqua - ha anche scoperto le molecole organiche metilammina ed etilammina, sostanze primarie necessarie per la formazione di amminoacidi nel ghiaccio.

"Si tratta della prima prova diretta della presenza di amminoacidi nell'atmosfera di una cometa", ha spiegato Kathrin Altwegg, responsabile del progetto ROSINA all'Università di Berna e co-autrice dello studio, citata nel comunicato dell'Alta scuola.

Per la prima volta è stato trovato anche del fosforo, "colonna vertebrale" del DNA e dell'RNA. La scoperta "rafforza la tesi secondo la quale le comete hanno partecipato all'apparizione della vita sulla Terra", ha commentato Matt Taylor, responsabile del progetto Rosetta presso l'Agenzia spaziale europea (ESA, European Space Agency).

ROSINA analizza dall'agosto 2014 i gas della cometa Chury. Lo spettrometro di massa si trova sulla sonda spaziale Rosetta, lanciata nel marzo del 2004.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve