Tutte le notizie in breve

In Grecia 22mila bambini hanno bisogno di aiuto.

KEYSTONE/AP ANA-MPA POOL/YANNIS KOLESIDIS

(sda-ats)

In Grecia i bisogni umanitari e di più lungo termine di oltre 22 mila bambini migranti e rifugiati stanno aumentando: lo denuncia l'Unicef, che sta supportando il lavoro del Governo greco e degli altri partner a sostegno dei rifugiati e dei migranti.

L'Agenzia Onu sta dando particolare attenzione alla protezione dei bambini più vulnerabili e a tutti quelli non accompagnati. Attualmente in Grecia ci sono 2.000 minori rifugiati o migranti non accompagnati o separati.

Da gennaio 2015, oltre 1 milione di rifugiati e migranti sono passati attraverso la Grecia, rendendo il paese uno dei più importanti punti di ingresso per l'Europa. Da quando sono state aumentate le nuove restrizioni ai confini nei Balcani e dopo il recente accordo Ue-Turchia, almeno 54.000 rifugiati e migranti sono stati bloccati in Grecia.

I bisogni umanitari dei rifugiati e dei migranti, conclude l'Unicef, sono in aumento, le famiglie hanno bisogno di rifugi sicuri e dignitosi, di supporto e servizi sanitari di base. Molti bambini rifugiati e migranti non vanno più a scuola da mesi o anche anni, e hanno diritto all'accesso all'istruzione.

I bambini non accompagnati o che sono stati separati dalle proprie famiglie sono esposti a particolari rischi di abuso e sfruttamento.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve