Tutte le notizie in breve

Edward Nero, agente di polizia coinvolto nella morte del giovane afroamericano Freddie Gray, a Baltimora, è stato assolto da tutti i capi di accusa.

Gray morì dopo essere stato arrestato e caricato su un furgone della polizia. La sua morte scatenò violente proteste a Baltimora e provocò un'ondata di manifestazioni in tutti gli Stati Uniti.

Sull'agente Nero pendevano le accuse di violenza premeditata, eccesso dell'uso della forza e cattiva condotta in servizio.

Il caso risale al 12 aprile 2015. Il giovane afroamericano rimasto ucciso aveva 25 anni, ed era stato fermato con l'accusa di avere con sé un coltello a serramanico. Trasportato a forza in un furgone, è entrato in coma dopo un trauma alla spina dorsale.

Il timore adesso è che possano riesplodere i disordini che caratterizzarono i giorni successivi alla morte di Freddie Gray.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve