Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il passaporto di Michelle Obama sembra essere finito nelle mani degli hacker: un'immagine di quello che sembra una copia scannerizzata del documento della first lady è stata diffusa in rete.

Insieme al documento di identità sono state diffuse anche e-mail personali attribuite a dipendenti di livello basso della Casa Bianca che hanno lavorato con la campagna presidenziale di Hillary Clinton.

La Casa Bianca non ha commentato sulla validità del documento di Michelle, ma il portavoce Josh Earnest ha assicurato che l'amministrazione Obama prende molto sul serio la questione.

Anche la ministra della giustizia Loretta Lynch ha ammesso che si tratta di "qualcosa che stiamo esaminando".

L'hackeraggio sarebbe l'ultimo di una serie che ha colpito il mondo politico statunitense, ad opera di un gruppo denominato DC Leaks, presumibilmente legato ai servizi russi, secondo esperti e membri dell'intelligence americana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS