Tutte le notizie in breve

François Hollande

KEYSTONE/EPA AP POOL/THIBAULT CAMUS / POOL

(sda-ats)

Gli eccessi del candidato repubblicano Donald Trump fanno venire il voltastomaco. Non ricorre a giri di parole François Hollande per criticare colui che potrebbe diventare presidente degli Stati Uniti.

Il capo di Stato francese - come riportano i media Usa - parlando a Parigi con la stampa ha sottolineato l'importanza delle elezioni negli Usa, parlando di "elezione globale", e messo in guardia dal pericolo di una vittoria di Trump che rischierebbe di innescare un'ondata di candidati conservatori in altri Paesi.

Non è la prima volta che Hollande attacca così esplicitamente Trump, che nei mesi passati ha più volte ripetuto come gli attentati in Francia siano innanzitutto colpa di Parigi.

L'ira di Hollande si era fatta sentire anche dopo l'uccisione del sacerdote in Normandia, quando il tycoon disse che "la Francia non è più la Francia". "La Francia sarà sempre la Francia", aveva replicato il presidente francese: "Non mollerà mai perché crede in alcuni ideali, valori e principi che sono riconosciuti in tutto il mondo. È quando abbassi i tuoi standard che non sei più te stesso. Qualcosa che può capitare ad altri, dall'altra parte dell'Atlantico".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve