Tutte le notizie in breve

Un esemplare della specie "Geocleymys Hamilltonii".

Centro Emys

(sda-ats)

Cinque tartarughe rare sono scampate per un soffio alle pentole cinesi e hanno trovato rifugio in Svizzera.

Confiscati alla dogana di Hong-Kong nel dicembre 2014, gli animali sono stati accolti nel centro Emys, specializzato nella protezione e nel recupero delle testuggini, di Chavornay (VD).

I doganieri asiatici hanno in un primo tempo impedito l'importazione illegale di 29 tartarughe della specie "Geocleymys Hamilltonii" destinate ad essere mangiate, precisa il centro Emys in una nota odierna. Questi rettili figurano tra quelli maggiormente in pericolo di estinzione, secondo la Convenzione internazionale sul commercio delle specie minacciate (CITES).

Le autorità di Hong-Kong si sono poi rifiutate di rilasciare le testuggini nella natura, perché avrebbero potuto entrare in contatto con altri rettili e rischiare di essere contaminate da parassiti e malattie.

Le tartarughe si sono quindi ritrovate in attesa di una sistemazione. Alla fine di giugno del 2016, su iniziativa della Turtle Survival Alliance (TSA), sono state condotte nei Paesi Bassi e successivamente distribuite in tutta Europa ai partecipanti del Studbook, il programma di allevamento per la conservazione della specie. In Svizzera, il centro Emys ha potuto accogliere un esemplare maschio e quattro femmine.

www.tortue.ch

sda-ats

 Tutte le notizie in breve