Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Pierre-Yves Maillard

KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

(sda-ats)

Pierre-Yves Maillard potrà candidarsi per un quarto mandato nel governo vodese: il consigliere di stato socialista, assai noto anche oltre i confini cantonali, ha ottenuto nel congresso del suo partito una deroga alla regola dei tre mandati, pari a 15 anni.

Per avere il via libera al quarto lustro era necessario il sostegno dei due terzi dei delegati: Maillard ieri sera ha ottenuto un risultato di tutto rispetto, raccogliendo 306 dei 336 voti, nonostante l'opposizione della Gioventù socialista.

Maillard, 48 anni, è personalità ben conosciuta a livello svizzero, fra l'altro per il suo impegno sul fronte dell'assicurazione malattia, di cui ha sempre criticato il sistema. Non teme inoltre di assumere posizioni indipendenti: di recente si è ad esempio schierato contro il burqa. È destinato a diventare la locomotiva elettorale del partito socialista in vista delle elezioni dell'aprile 2017. La sezione PS deciderà le candidature il 14 gennaio.

All'appuntamento mancherà la collega di governo Catherine Lyon. Pure lei avrebbe dovuto ottenere una deroga per partecipare alla corsa: ma la settimana scorsa la 53enne ha ritirato la sua richiesta dopo che i vertici del PS vodese le avevano negato l'appoggio. Ieri Lyon non si è presentata al congresso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS