Von Wattenwyl: Svizzera punti su relazioni durevoli con l'UE


 Tutte le notizie in breve

I tradizionali colloqui di casa von Wattenwyl

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE

(sda-ats)

La Svizzera deve puntare su relazioni stabili e durevoli con l'UE e garantire una forte presenza internazionale moltiplicando nel contempo gli sforzi a favore della pace e della sicurezza.

Lo ha affermato il consigliere federale Didier Burkhalter ai tradizionali colloqui di casa von Wattenwyl tenutisi oggi tra una delegazione del Consiglio federale e i partiti di governo.

L'assenza di una leadership globale, ha sostenuto il titolare del Dipartimento degli esteri (DFAE), "comporta un aumento sensibile dei conflitti". "In questo contesto di incertezze e di crisi - ha proseguito Burkhalter - la direzione strategica di politica estera della Svizzera ha fatto valere la sua esperienza".

Per il consigliere federale Guy Parmelin occorre continuare a fornire le risorse necessarie in funzione delle minacce. Questa è una importante sfida per l'attuale politica di sicurezza, ha sostenuto il capo del Dipartimento della difesa (DDPS).

Il Consiglio federale - rappresentato, oltre che da Burkhalter e Parmelin, anche dalla presidente della Confederazione Doris Leuthard - e i partiti hanno anche sottolineato quanto sia importante salvaguardare gli interessi della Svizzera in un contesto internazionale instabile.

Fra i temi trattati oggi figurano pure le relazioni con gli Stati Uniti, con l'UE, la Brexit, i contributi della Svizzera alla sicurezza in Europa e l'impegno della Confederazione per la pace e lo sviluppo nelle regioni a Sud dell'Europa.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve