Tutte le notizie in breve

La compagnia Air Glaciers ha tratto in salvo ieri due escursionisti belgi che hanno trascorso 48 ore nel freddo e nella neve. Con due compagni erano partiti sabato dalla capanna di Aosta (I) con l'intenzione di raggiungere la capanna dei Bouquetins, in Vallese.

Si sono smarriti nella nebbia. Come riferisce oggi Air Glaciers, gli escursionisti sono stati costretti a trascorrere la notte vicino al Col des Bouquetins, ad un'altitudine di 3300 metri, con temperature di meno 16 gradi e venti a 60 km/h.

L'indomani, due dei quattro belgi hanno deciso di lasciare il bivacco per allertare i soccorsi, ignorando tuttavia la loro posizione. I due uomini sono riusciti a raggiungere la capanna Bertol soltanto a inizio serata.

Appena allertati, i soccorritori hanno avviato le ricerche, che sono durate invano per l'intera notte. È soltanto l'indomani che le condizioni meteorologiche hanno permesso ad un elicottero di Air Glaciers di reperire i due dispersi al Col des Bouquetins.

Sottolineando che le operazioni di soccorso si sono svolte in condizioni estreme, secondo Air Glaciers è un "miracolo" che i quattro escursionisti siano sani e salvi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve