Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Stéphane Peterhansel durante il rally Dakar 2017 a Rio Cuarto (Argentina), lo scorso 14 gennaio.

Keystone/EPA EFE/DAVID FERNANDEZ

(sda-ats)

Il pilota francese Stéphane Peterhansel, vincitore di due mondiali nell'enduro e di 13 Parigi-Dakar, è stato beccato in Vallese mentre circolava a velocità eccessiva. Condannato ad una pena pecuniaria e ad una multa, si vedrà anche ritirare la patente.

Il pilota è stato sorpreso mentre a ottobre circolava a 89 km/h in una strada limitata a 50 km/h a Crans-Montana (VS), dove abita dal 2001, riferisce oggi il giornale Le Nouvelliste. Il cittadino francese è stato condannato con un decreto d'accusa per violazione grave della legge sulla circolazione stradale, conferma all'ats il Ministero pubblico vallesano.

Gli è stata inflitta una multa di 4500 franchi, nonché 55 aliquote giornaliere di 250 franchi l'una, sospese per due anni. Il caso è stato trasmesso al servizio cantonale della circolazione stradale, che deciderà la durata del ritiro della patente.

Al Nouvelliste, Peterhansel ha indicato che si tratterà probabilmente di tre mesi. Il pilota non ha intenzione di contestare la sanzione.

Dopo aver partecipato per la prima volta al Dakar nel 1988, il pilota ha vinto il rally a sei riprese in motocicletta e sette in automobile. L'ultima vittoria risale all'edizione 2017, svoltasi dal 2 al 14 gennaio.

SDA-ATS