Walter Meier e Tobler progettano fusione


 Tutte le notizie in breve

Le imprese zurighesi Walter Meier e Tobler Haustechnik stanno progettando una fusione. L'operazione, che darà vita ad un'azienda leader in svizzera nel settore della tecnologia degli edifici, causerà però una perdita di 100-120 posti di lavoro.

Walter Meier, gruppo di Schwerzenbach attivo nelle tecniche di climatizzazione e di produzione, conta attualmente 774 collaboratori e un fatturato annuale di circa 240 milioni di franchi. Il gruppo Tobler, commerciante all'ingrosso di soluzioni domotiche con sede a Urdorf, occupa 700 persone e attesta un giro d'affari di circa 330 milioni.

La fusione mira a mantenere nel tempo circa 1400 posti di lavoro, sostiene Tobler in un comunicato odierno. A corto termine si dovrà però aspettarsi la soppressione di impieghi per l'eliminazione dei doppioni, essi equivalgono a circa l'8% degli effettivi totali, precisa l'azienda.

L'operazione dovrebbe concretizzarsi nei prossimi mesi e il gruppo entrerà, con un nuovo nome, a far parte del mercato ad inizio 2018.

La fusione è prevista con un rapporto 1 a 1. Walter Meier prevede un aumento di capitale ma non un raddoppio delle azioni. Per coprire la differenza è previsto un versamento di 117,8 milioni di franchi all'azienda britannica Woleseley, che controlla Tobler.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve