Tutte le notizie in breve

Verizon in pole position per l'acquisizione di Yahoo!, le cui attività core potrebbero attirare fra i 4 e gli 8 miliardi di dollari (fra 3,87 e 7,75 miliardi di franchi).

Alla scadenza per la presentazione delle offerte, molti grandi nomi sono però assenti: nonostante l'iniziale interesse, Time, Google e At&t gettano la spugna e si ritirano. Interessata sarebbe invece YP, la società a cui fanno capo le attività digitali delle pagine gialle americane controllata da Cerberus, che punterebbe a un'eventuale acquisizione inversa, ovvero una fusione esentasse con lo spin off delle attività core di Yahoo!.

Le offerte, attese ufficialmente a breve, precedono di alcuni giorni la trimestrale di Yahoo! che, prevista debole se non in nuovo calo, rischia di complicare ulteriormente le fortune del motore di ricerca, a caccia di un rilancio che stenta ad arrivare. Secondo le indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal, degli iniziali 40 papabili candidati molti hanno fatto un passo indietro, anche giganti quali Time che avrebbe deciso di ritirarsi in seguito alle attese difficoltà di rilanciare la società.

Verizon, con la sua taglia, si afferma così come il più papabile acquirente. Con una capitalizzazione di mercato di 210 miliardi di dollari e 4,5 miliardi di dollari di liquidità, Verizon ha la forza finanziaria di acquistare Yahoo!, che include anche Aol e che è considerata centrale in un rafforzamento dei servizi video e pubblicitari online, considerati il nuovo motore di crescita. "Verizon ritiene che Yahoo!-Aol possa offrire la piattaforma pubblicitaria necessaria a eseguire la sua strategie video", afferma Craig Moffett, analista a MoffettNathanson.

Per Verizon si tratterà di un'acquisizione "costosa" che, però, è "strategica e non le creerà necessariamente difficoltà economiche", mette in evidenza l'analista Jaw Danson. In ogni caso Verizon si impegnerà per non pagare un prezzo troppo alto: nel 2014 ha già speso 130 miliardi di dollari per rilevare la quota di Vodafone in Verizon Wireless, transazione che ha messo sotto pressione il suo rating.

Yahoo! Japan è il gioiello delle corona dell'acquisizione di Yahoo!, anche se non è chiaro a quali asset Verizon e i potenziali altri private equity in corsa aspirano. Primo portale in Giappone, la società è riuscita a tenere distante Google. Nell'esercizio fiscale che si è chiuso in marzo, Yahoo! Japan - secondo le stime degli analisti - avrebbe registrato 5,88 miliardi di dollari di ricavi e 2,38 miliardi di dollari di utile operativo.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve