Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il raid aereo di sabato ha provocato 140 morti e 500 feriti (foto d'archivio).

Keystone/AP/OSAMAH ABDULRHMAN

(sda-ats)

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) condanna il raid aereo effettuato sabato pomeriggio della coalizione a guida saudita nella capitale yemenita Sanaa, che ha provocato 140 morti e 500 feriti fra i partecipanti a un funerale.

L'attacco si inserisce in una serie di gravi violazioni del diritto internazionale e dei diritti umani, che avvengono con preoccupante frequenza in Yemen, si legge in un comunicato odierno. Il DFAE ricorda che in base al diritto umanitario le parti in conflitto sono tenute a prendere misure per proteggere la popolazione civile.

Il dipartimento di Didier Burkhalter auspica un'indagine indipendente sul caso. Per migliorare la situazione in Yemen serve inoltre una soluzione politica, con una tregua immediata e la ripresa dei negoziati di pace, afferma il DFAE.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS