Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La società Zebra Technologies ha ritirato volontariamente dal mercato alimentatori venduti come accessori di alcune sue stampanti. Lo ha comunicato oggi l'Ufficio federale del consumo.

La decisione è stata presa in collaborazione con l'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte (ESTI). Essa riguarda gli alimentatori fabbricati tra il primo ottobre 2010 e il 31 dicembre 2011 acquistabili come kit post-vendita o forniti in dotazione con i modelli di stampante G-Series, serie GT, ZP455, HC100, serie P1XX e ZXP3.

È stato rilevato che questi prodotti presentano un potenziale rischio di incendio a causa del surriscaldamento dovuto dall'umidità, si legge nella nota odierna. Test indipendenti hanno confermato che il problema riguarda unicamente un lotto circoscritto.

Per evitare qualsiasi rischio per la sicurezza, Zebra Technologies raccomanda di staccare al più presto gli alimentatori in questione dalla presa della corrente.

I clienti che ne possiedono uno indicante un codice compreso nell'intervallo tra 1039XX e 1052XX o 1101XX e 1152XX sono interessati da questo richiamo e devono contattare il prima possibile Zebra Technologies. La società provvederà gratuitamente all'immediata sostituzione.

SDA-ATS