Zehnder (riscaldamenti): balzo dell'utile per introiti eccezionali


 Tutte le notizie in breve

Zehnder, gruppo argoviese specializzato in impianti di riscaldamento e ventilazione, nel 2016 ha realizzato un utile netto di 28,1 milioni di euro, a fronte degli 0,3 milioni di euro del 2015. Il risultato è frutto della vendita di un sito di produzione in Cina.

Compresa la vendita cinese, per un ammontare di 40,3 milioni, l'utile operativo (EBIT) è risultato di 43,4 milioni di euro. Nel 2015 era di 5,2 milioni. Escludendo gli effetti eccezionali, il risultato operativo è stato di 15,1 milioni di euro, contro i 27 milioni del 2015, indica il gruppo in un comunicato. Il giro d'affari, già pubblicato in gennaio, si è attestato a 538,9 milioni di euro, in progressione dell'1%.

Nonostante le misure di ristrutturazione avviate a metà del 2015, la redditività del gruppo resta ampiamente sotto pressione. La tendenza a modelli di prezzi più contenuti ha un effetto nefasto sui margini, precisa la nota.

Sull'insieme delle vendite, 466,4 milioni di euro, ossia l'87% provengono dalla regione Europa che è rimasta stabile su base annua (+2% corretto degli effetti di cambio). Gli affari sono stati particolarmente fruttuosi in Germania, ma anche nei Paesi Bassi, in Italia, Belgio e Polonia. Sono invece evoluti in modo negativo gli importanti mercati di Francia, Gran Bretagna e Svizzera. Dal momento che soprattutto in questi ultimi la situazione sembra rimanere difficile, Zehnder resta prudente per l'esercizio in corso.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve