Tutte le notizie in breve

Si è aperto oggi al tribunale penale di Zugo il processo dell'ex responsabile delle finanze cittadine Ivo Romer (PLR). Dovrebbe durare quattro giorni.

L'ex municipale è accusato di appropriazione indebita ai danni di un'anziana signora, ma si è sempre dichiarato innocente.

Le somme sottratte alla ricca donna, che è deceduta all'età di 96 anni, ammonterebbero a diversi milioni di franchi. L'ex politico è accusato anche di amministrazione infedele e riciclaggio di denaro in relazione alla sua attività di unico responsabile di una fondazione creata dall'anziana donna

Oggi, all'apertura dell'udienza, Romer si è rifiutato di rispondere alle domande sul caso e sulla sua persona. Si è limitato a dire che da qualche mese lavora a tempo parziale e che guadagna in questo modo tra i 500 e i 1000 franchi al mese.

La vicenda è diventata di dominio pubblico nel novembre del 2012, quando il settimanale "Weltwoche" riferì dell'inchiesta aperta nei confronti del municipale, oggi 52enne, dimessosi poi alla fine del 2012.

Il Ministero pubblico di Zugo aprì un procedimento penale che portò a diverse perquisizioni, compresa quella della sede della Fidustra SA, la società di consulenza dell'indagato. Della vicenda si è occupata anche una commissione parlamentare d'inchiesta (CPI). Quest'ultima ha pubblicato nel 2014 un rapporto in cui viene escluso che i colleghi di municipio avessero intenzionalmente chiuso un occhio.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve