Tutte le notizie in breve

Un incendio doloso appiccato a lato dei binari ha perturbato per tutta la giornata i trasporti pubblici nella regione di Zurigo, con migliaia di passeggeri bloccati nelle stazioni. I collegamenti fra Zurigo-Oerlikon e l'aeroporto riprenderanno soltanto in serata.

Verso mezzogiorno è stato ripristinato il traffico fra Zurigo-Oerlikon e Glattbrugg, che prosegue in direzione di Sciaffusa. Per la riapertura del collegamento fino all'aeroporto bisognerà attendere almeno fino alle 20.00, hanno fatto sapere le FFS.

L'incendio è scoppiato verso le 3.00 tra Zurigo-Oerlikon e Glattbrugg, a nord di Zurigo. Le fiamme, che secondo la polizia sono state appiccate intenzionalmente, hanno danneggiato una condotta in cui sono sistemati vari cavi. Il rogo è stato domato rapidamente, ma ha danneggiato strutture indispensabili al funzionamento della tratta.

I danni sono ingenti. I lavori di riparazione e le cancellazioni dei treni verranno a costare diverse centinaia di migliaia di franchi, ha fatto sapere in serata la polizia. Le forze dell'ordine hanno lanciato un appello a eventuali testimoni.

Oltre a scombussolare il traffico dei pendolari diretti al lavoro, l'incendio ha obbligato i passeggeri che dalla stazione centrale di Zurigo volevano raggiungere l'aeroporto a deviazioni verso Winterthur o Effretikon, con ritardi di circa un'ora. In alternativa hanno potuto ripiegare anche sui tram.

L'interruzione non ha avuto conseguenze dirette sul traffico aereo. I voli non hanno subito ritardi, ma fra 120 e 130 passeggeri diretti all'aeroporto con i mezzi pubblici hanno perso il volo, ha detto all'ats un portavoce dell'aeroporto. Anche alcuni dipendenti dell'aeroscalo sono arrivati tardi sul posto di lavoro.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve