Tutte le notizie in breve

L'Ucraina accusa il suo ex presidente filorusso Viktor Ianukovich di alto tradimento.

KEYSTONE/AP

(sda-ats)

L'Ucraina accusa il suo ex presidente filorusso Viktor Ianukovich di "alto tradimento, complicità con le autorità russe per cambiare le frontiere ucraine, violazione della Costituzione e scatenamento di una guerra d'aggressione".

Lo ha annunciato il procuratore generale Iuri Lutsenko in un processo a Kiev contro cinque ex agenti dei corpi antisommossa per omicidio nella strage di Maidan del 2014.

Ianukovich sta partecipando al processo come testimone, ma in collegamento video dal tribunale di Rostov sul Don, nella Russia dove si è rifugiato dopo aver perso il potere. L'Ucraina ritiene Paese "aggressore" la Russia, che si è annessa la Crimea ed è accusata di sostenere i separatisti del Donbass.

"Considerando che Ianukovich non è in Ucraina e che si sta nascondendo dalle forze dell'ordine - ha detto Lutsenko - lo informerò oralmente del fatto che un'ora fa è stata inviata una nota ufficiale a tutti gli indirizzi conosciuti di lui e dei suoi legali. Io - ha annunciato il procuratore generale ed ex ministro dell'Interno che è stato dietro le sbarre durante la presidenza Ianukovich - accuso Ianukovich come cittadino ucraino di aver aperto la porta all'aggressore.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve