Assemblea BIE approva rinvio Expo 2020 Dubai

Tecnici al lavoro ai padiglioni di Expo 2020 Dubai. KEYSTONE/AP/Kamran Jebreili sda-ats

L'Assemblea Generale del Bureau International des Expositions (BIE) ha approvato oggi il rinvio di un anno dell'Expo 2020 di Dubai.

La manifestazione si svolgerà dal 1 ottobre 2021 al 31 marzo 2022 ma si chiamerà comunque "Expo 2020 Dubai". Lo ha reso noto un comunicato a Parigi.

Il rinvio di una anno è stato approvato "all'unanimità: 113 sono stati i voti a favore e non c'è stato nessun voto contrario".

"Il governo degli Emirati arabi uniti - ricorda il comunicato del BIE - aveva chiesto un cambiamento di date dell'Expo 2020 Dubai dopo la riunione dell'ufficio del Collegio dei Commissari nel corso della quale i paesi partecipanti avevano espresso la necessità di rinviare l'apertura dell'Expo per superare le sfide poste dal Covid-19".

Seguendo le regole del BIE, "la domanda era stata esaminata dalla Commissione esecutiva che, il 21 aprile, ha proposto all'Assemblea generale il rinvio dell'Expo 2020. Era richiesto un voto a maggioranza dei due terzi degli stati membri per rendere operativo il cambiamento delle date".

Dimitri S.Kerkentzes, segretario generale del BIE, ha "reso omaggio a questa chiara espressione del sostegno della comunità internazionale al rinvio dell'Expo 2020 Dubai. In questo periodo senza precedenti, la risposta del governo degli Emirati e degli stati membri del BIE dimostra i legami solidi che ci uniscono e la comune volontà di organizzare un'Esposizione universale realmente inclusiva".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo