Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue negativa la seduta della Borsa svizzera: alle 11.20 l'SMI cede lo 0,22% a 8'829.91 punti, l'SPI lo 0,26% a 10'067.21 punti. La decisione della Banca nazionale, ampiamente attesa, di mantenere invariata la politica monetaria non ha avuto effetti sul mercato.

Ieri sera invece la Federal Reserve americana aveva aumentato i tassi d'interesse di un quarto di punto, un passo pure largamente previsto.

Tra le blue chip solo Nestlé (+0,43%%) segna una progressione. Sia Standard&Poor's che Credit Suisse hanno migliorato gli obiettivi di corso del titolo. Novartis perde lo 0,45% e Roche lo 0,08%. Pesante LafargeHolcim (-1,59%), mentre tutti gli altri titoli cedono meno di un punto percentuale.

Nel mercato allargato da segnalare che Basilea Pharmaceutica (+6,37%) ha sottoscritto un accordo con Pfizer per la distribuzione del suo preparato Cresemba (Isavuconazol) in Europa, Russia, Turchia e Israele.

SDA-ATS