Prospettive svizzere in 10 lingue

Borsa svizzera: mattinata positiva

(Keystone-ATS) Mattinata al di sopra della parità per la Borsa svizzera, favorita dall’andamento positivo di ieri negli USA e stamane in Asia. Poco dopo le 11,20 l’indice SMI dei titoli guida segna 5721,07 punti, in aumento dello 0,68%. L’indice allargato SPI è a quota 5179,94 (+0,61%).

Una informazione sul possibile allargamento del fondo salva Stati EFSF, che ieri ha spinto i mercati americani verso l’alto, dovrebbe contribuire al buon andamento delle piazze europee, hanno rilevato gli operatori. Il “Guardian” ha annunciato che Germania e Francia sono vicini a un’intesa per alzare il fondo a 2 mila miliardi di euro, notizia però smentita da fonti vicine all’UE.

Sulla scia del rafforzamento del comparto bancario, crescono anche UBS (+1,81%), Credit Suisse (+0,17%) e Julius Bär (+1,54%). Ieri l’azione del Credit Suisse aveva perso il 4,71%. Il miliardario Wilbur Ross ha denunciato la banca elvetica con l’accusa di informazioni lacunose circa la qualità di ipoteche oggetto di cartolarizzazione. Positivi anche i valori assicurativi, con Zurich Financial in aumento dell’1,68% e Swiss Re dell’1,41%.

Synthes, che stamane ha pubblicato il bilancio trimestrale, è in lieve flessione (-0,27%). Fra le altre blue chip si sta mettendo in evidenza Actelion con un guadagno del 3,74%, Adecco (+2,30%), Holcim (+2,10%) e Transocean (+3,24%).

Sul mercato allargato Sonova mette a segno un incremento dell’8,34%. Il fabbricante di apparecchi per l’udito ha realizzato nel primo semestre dell’esercizio corrente un tasso di espansione delle vendite in valute locali superiore alle proprie previsioni. Gli analisti hanno d’altro canto messo in rilevo il 7% messo a segno dalla crescita organica.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR