Navigation

Skiplink navigation

Coronavirus: Ginevra, pompieri e giardinieri aiutano pompe funebri

La municipale di Ginevra Christina Kitsos ha chiesto l'aiuto dei vigili e del fuoco per sostenere i servizi delle pompe funebri. KEYSTONE/MARTIAL TREZZINI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 novembre 2020 - 11:54
(Keystone-ATS)

In seguito all'epidemia di Covid-19, la mortalità del mese di novembre nella città di Ginevra è raddoppiata rispetto agli scorsi anni.

Poiché i servizi di pompe funebri non riescono a farvi capo, il Comune ricorre a vigili del fuoco e giardinieri, che operano su base volontaria. Ginevra è comunque tra i cantoni con il tasso di contagiosità, Rt, attualmente più basso in Svizzera.

I vigili del fuoco aiutano i servizi di pompe funebri a posare i cadaveri nelle bare e nel trasporto. "Anche altri impiegati comunali, come i giardinieri, intervengono per il trasporto delle bare", dice la municipale della Città di Calvino Christina Kitsos (PS), interrogata dal SonntagsBlick.

La responsabile del Dicastero della coesione sociale e della solidarietà indica che il Comune ha ingaggiato del personale e sta cercando di reclutarne ancora.

Per illustrare la straordinarietà della situazione Kitsos aggiunge che le 70 celle frigorifere dei cimiteri cittadini sono occupate. La situazione è comunque sotto controllo poiché i cadaveri sono conservati nell'obitorio dell'ospedale universitario, dove per ora, sono occupati 57 dei 250 posti disponibili.

Forte diminuzione dei contagi in Romandia

Ginevra è comunque uno dei cantoni, tutti romandi, in cui il numero di nuove infezioni da coronavirus diminuisce più rapidamente, indica il sito internet della task force scientifica Covid-19 della Confederazione.

Stando ai dati più recenti, pubblicati venerdì, il tasso di riproduzione del virus, che determina il numero di persone infettate da una positiva al SARS-CoV-2, è il più basso nel Giura (Rt = 0,57), seguito da Friburgo (0,58) e Ginevra (0,59). All'altro capo della graduatoria vi è Basilea Città (1,13), seguito da Basilea Campagna (1,12) e Sciaffusa (1,08). In Ticino e nei Grigioni il tasso di contagiosità è rispettivamente di 0,87 e 0,97.

Chiusure per cultura e ristoranti efficace

La NZZ am Sonntag ha osservato i dati nei giorni scorsi, quando Ginevra risultava addirittura il cantone più virtuoso, e rivela un ennesimo Röstigraben. Secondo il domenicale, che cita il medico cantonale del Giura, Christian Lanz, le misure di restrizione imposte nella Svizzera occidentale hanno avuto un effetto positivo sulla crisi sanitaria.

Cinema, teatri e centri fitness in Romandia hanno dovuto chiudere i battenti a fine ottobre. La stessa misura è stata applicata ai ristoranti un po' più tardi. Questi provvedimenti hanno permesso di invertire la tendenza, afferma Lanz.

Condividi questo articolo