Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La messa a concorso del rinnovato sistema di registrazione dei dati biometrici sarà rivolta prioritariamente alle imprese elvetiche. Lo ha deciso oggi tacitamente il Consiglio degli Stati allineandosi al Nazionale e appianando quindi l'unica divergenza.

Il dossier è pronto per le votazioni finali.

Le due Camere erano già concordi sullo stanziamento di un credito di impegno di 33 milioni di franchi per rinnovare il sistema di registrazione nel 2020. Il testo era però tornato alla Camera del popolo poiché gli Stati non condividevano la priorità concessa "nella misura del possibile" alle aziende locali, in particolare perché una tale scelta era valutata non conforme alle norme dell'Organizzazione mondiale del commercio. I consiglieri nazionali avevano però mantenuto la divergenza.

L'articolo aggiunto dai colleghi del Nazionale è sempre stata l'unica divergenza, ha sottolineato Peter Föhn (UDC/SZ). Ora siamo di fronte a una certa fretta dettata dal calendario e dobbiamo scegliere se rimanere fermi sulla nostra idea o se far andare avanti il progetto, ha avvertito. Perdendo troppo tempo, si potrebbe infatti compromettere del tutto il finanziamento.

Anche Andrea Caroni (PLR/AR) ha sottolineato l'importanza di approvare il testo: "la nostra versione è più convincente", ma è più importante dare il via al progetto nel suo complesso in tempi brevi.

In funzione dal 2010, l'attuale piattaforma "e-doc" deve essere sostituita dato che le sue principali componenti hanno un ciclo di vita di dieci anni al massimo. Annualmente sono circa 1,5 milioni le fotografie e le impronte digitali registrate per passaporti, carte d'identità, titoli di soggiorno biometrici e documenti di viaggio per l'estero.

Il sistema sarà ammodernato sotto la direzione della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) nell'ambito di un programma denominato ESYSP. Nel pacchetto finanziario non sono compresi altri 12,5 milioni a carico dei cantoni per l'acquisizione e l'installazione di apparecchi di rilevamento dei dati biometrici.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS