Navigation

Farmaceutica: Sanofi e Boehringer trattano scambio asset

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 dicembre 2015 - 13:49
(Keystone-ATS)

Trattative tra Sanofi e Boehringer Ingelheim per uno scambio di asset che darebbe alla prima le attività di farmaci da banco dell'azienda tedesca mentre a quest'ultima andrebbe il settore veterinario del colosso francese della farmaceutica.

L'operazione è pari a 22,8 miliardi di euro e per Sanofi rappresenterebbe la più grande transazione negli ultimi 10 anni. Le attività veterinarie di Sanofi sono valutate 11,4 miliardi, gli asset di Boehringer 6,7 miliardi. I tedeschi pagherebbero 4,7 miliardi per colmare il gap.

Con l'operazione Sanofi diventerebbe il leader mondiale nel comparto sanitario per i consumatori con una quota di mercato globale del 4,6% e con vendite in rialzo a 5,1 miliardi di euro nel 2015 da 3,3 miliardi del 2014. Boehringer diventerebbe invece la seconda azienda al mondo nel settore della salute degli animali.

Le attività di farmaci per i consumatori di Boehringer Ingelheim Cina non farebbero parte della transazione, spiegano le due aziende, che puntano a chiudere l'accordo nel quarto trimestre del 2016.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.