Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I consumatori svizzeri pagano 60% in più rispetto a media europea (foto simbolica d'archivio)

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Nel 2016 il carrello della spesa per un consumatore privato svizzero è più costoso del 61,5% rispetto alla media dei 28 Stati membri dell'Unione Europea. Tra i Paesi non UE, anche Islanda (+47%) e Norvegia (+39,6%) hanno un elevato livello dei prezzi.

In Germania la spesa dei consumatori - dagli alimentari al costo per l'affitto - è del 3,6% maggiore rispetto alla media dell'Unione Europea, indica in una nota odierna l'Istituto di statistica Destatis.

Risultati molto simili anche nei paesi vicini, ad esempio in Italia (+2,3%), Austria (+6,6%), Francia (+8,1%), Belgio (+9,1%) e Lussemburgo (+23,7%). Nei paesi dell'Est i prezzi sono invece nettamente inferiori alla media europea, ad esempio in Polonia (-47,1%) e in Repubblica Ceca (-34,5%).

Il paese con i prezzi più bassi è la Bulgaria (-52,1%) e fuori dall'UE Macedonia (-53,6%) e Albania (-51,2%).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS