Prospettive svizzere in 10 lingue

Indonesia: polizia vieta concerto Lady Gaga

(Keystone-ATS) Dopo pressioni e minacce da parte di gruppi islamici radicali nel Paese, la polizia indonesiana ha negato oggi il permesso di tenere un atteso concerto della popstar americana a Jakarta, in programma il 3 giugno, ma che a questo punto verrà con ogni probabilità cancellato dagli organizzatori. Lo riferisce il quotidiano “Jakarta Globe”.

La cantante, impegnata in un tour asiatico che è stato accolto quasi ovunque con un tutto esaurito, è stata presa di mira dagli estremisti del “Fronte dei difensori dell’Islam” che la accusano di “offendere tutte le religioni” e “promuovere l’adorazione di Satana” con le sue canzoni ammiccanti e stravaganti esibizioni, considerate promotrici di promiscuità: il Fronte minacciava di mobilitare 30 mila suoi militanti per impedire il concerto.

Prima di un precedente concerto in Corea del Sud, Lady Gaga era stata attaccata verbalmente anche da un gruppo cristiano evangelico. Ciononostante, i fan indonesiani della cantante – regina indiscussa del pop negli ultimi anni, con 23 milioni di album venduti nel mondo – attendevano con impazienza il concerto. Finora erano stati venduti 52 mila biglietti – metà dei quali a due ore dall’inizio della prevendita – nonostante prezzi fuori dalla portata della maggioranza della popolazione.

Gli organizzatori per ora si riservano di dire se proveranno a organizzare il concerto in un’altra città, nel caso ricevessero il nulla osta dalla polizia locale. In Indonesia, dove oltre l’85 per cento dei 245 milioni di abitanti è musulmano, prevale un Islam moderato; negli ultimi anni, tuttavia, alcuni gruppi minoritari più radicali hanno acquistato peso, contribuendo a rendere più conservatore il clima.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR