Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo stupefacente è stato trovato in un container che trasportava noci, proveniente dal Cile e destinato in Turchia (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/EPA/FRANCK ROBICHON

(sda-ats)

Trecentonove chili di cocaina pura sono stati sequestrati nel porto di Gioia Tauro, in Calabria.

L'operazione è stata svolta dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, insieme a funzionari dell'Agenzia delle Dogane-Ufficio Antifrode di Gioia Tauro, col coordinamento della Direzione distrettuale antimafia (Dda).

Lo stupefacente, che con la vendita al dettaglio avrebbe fruttato circa 62 milioni di euro, è stato trovato in un container che trasportava noci, proveniente dal Cile e destinato in Turchia.

Le attività sono state eseguite attraverso una serie di incroci documentali e successivi controlli di container sospetti con sofisticate apparecchiature scanner in dotazione all'Agenzia delle Dogane ed unità cinofile della Guardia di finanza. Con la cocaina sequestrata, suddivisa in 269 panetti, si potrebbe realizzare una striscia ininterrotta di oltre 46 chilometri.

Nel corso dell'anno sono già oltre 830 i chili di cocaina purissima sequestrati nel porto di Gioia Tauro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS