Prospettive svizzere in 10 lingue

Norvegia: svelato mistero ‘Ufo’, era missile russo

(Keystone-ATS) MOSCA – Quello che mercoledì sembrava un singolare fenomeno luminoso sui cieli nordici della Norvegia, scambiato da qualcuno anche per l’ennesimo UFO, sembra sempre di più l’effetto del fallito test del missile balistico intercontinentale russo Bulava, presentato finora come il futuro fiore all’occhiello dei nuovi sottomarini nucleari di quarta generazione. Oggi infatti il ministero della difesa di Mosca ha ammesso, dopo le notizie della stampa russa, che il lancio nel Mar Bianco dal sommergibile atomico Dmitri Donskoi non ha avuto successo per un problema tecnico.
“I primi due stadi del missile hanno funzionato normalmente, ma un problema tecnico si è verificato nella traiettoria durante il terzo stadio”, ha spiegato il ministero. L’obiettivo dei Bulava di solito è un poligono nella penisola della Kamciakta, nell’estremo oriente russo. “Secondo i dati del servizio di controllo, il motore del terzo stadio non ha funzionato correttamente”, ha aggiunto.
Un fallimento imbarazzante per il Cremlino, anche perché ormai metà della dozzina di prove effettuate dal 2005 è andata male, con il rischio che il costosissimo progetto (metà bilancio del ministero della difesa, secondo la stampa) sia mandato in soffitta.
Questa volta, inoltre, il missile ha lasciato una traccia ben visibile sui cieli della Norvegia, alla vigilia della consegna del Premio Nobel per la pace al presidente Usa Barack Obama: per un minuto circa è apparsa una spirale di luce bianca con una lunga coda blu sull’orizzonte, stando alle foto e alle immagini trasmesse anche dalla emittente privata russa Ten Tv. Un fenomeno che in Norvegia aveva alimentato diverse ipotesi, compresa quella di un missile russo, confermata solo stamane dopo che ieri l’ambasciata di Mosca ad Oslo aveva smentito categoricamente.
Mosca ha tentato di rifarsi oggi con il successo del lancio in Kazakhstan di un missile balistico intercontinentale Topol Rs-12M dal poligono Kapustin Yar, nella regione di Astrakhan, nella Russia meridionale. Ma si tratta di un missile vecchio, entrato in servizio circa 20 anni fa, anche se la sua vita è stata prorogata. Le speranze di ammodernamento erano riposte fino ad oggi nel Bulava, un missile di 37 tonnellate e lungo 12 metri capace di trasportare da sei a dieci testate nucleari multiple fino a 8000 chilometri.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR