Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Fondo intitolato all'attivista Bruno Manser, scomparso nel 2000, chiede agli organizzatori delle Olimpiadi di Tokyo di rinunciare al legno tropicale

KEYSTONE/AP/Vincent Thian

(sda-ats)

Una delegazione di autoctoni di Malesia ha consegnato oggi all'ambasciata del Giappone a Berna una petizione promossa dal Fondo Bruno Manser, in cui si chiede agli organizzatori delle Olimpiadi di Tokyo del 2020 di rinunciare a utilizzare legno tropicale.

L'organizzazione ecologista, che si batte per la protezione delle foreste pluviali, afferma infatti che sul cantiere del nuovo stadio olimpico di Tokyo viene utilizzato legno compensato proveniente dalla regione malese di Sarawak.

La petizione consegnata a Berna è stata firmata da 3 mila persone. Un documento analogo, con 140 mila firme, è stato fatto pervenire anche all'ambasciata nipponica a Berlino.

SDA-ATS