"Mentre Parigi brucia, Macron sta sciando": Lydia Guirous, portavoce dell'opposizione di destra dei Republicain, colpisce più duro dei casseur e nel sabato più difficile accende i riflettori sulle contraddizioni francesi.

Bande che imperversano sull'avenue parigina, saccheggiando e incendiando tutto mentre Macron, sorridente nelle foto, scia e si diverte sotto il sole dei Pirenei.

In settimana il presidente ha percorso l'Africa orientale in visita, dall'Etiopia al Kenya. Brigitte lo aveva seguito da lontano, precedendolo nel loro rifugio preferito sulla neve, quello di La Mongie, negli Alti Pirenei. Dove li conoscono tutti da anni (Macron vi ha imparato a sciare da bambino) e dove i due hanno amici di lunga data con i quali condividono le vacanze ma anche dove si recano spesso in comitiva con altre persone. Macron è un appassionato sciatore e ultimamente ha tirato molto la corda, concedendo pochissimo allo sport che ama più praticare. Nella notte fra giovedì e venerdì, direttamente dall'Africa, il presidente ha raggiunto Brigitte sulle nevi, nonostante la preoccupazione incombente per un sabato che gli appelli dei gilet gialli sul web annunciavano come "l'ultimatum".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.