Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

195 milioni serviranno a decongestionare la rete stradale

Keystone/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

Nel 2017 la Confederazione investirà circa 1,8 miliardi di franchi nella rete delle strade nazionali: 400 milioni per la costruzione di nuovi tratti, 1,2 miliardi per interventi di sistemazione e manutenzione e 195 milioni per progetti di decongestionamento.

I crediti sono stati votati dal Parlamento nella sessione invernale e il programma dei lavori è stato appena approvato dal Dipartimento federale dei trasporti (DATEC), precisa un comunicato dell'Ufficio federale delle strade (USTRA).

Per ultimare la rete delle strade nazionali, lunga in totale 1892 chilometri, mancano 55 chilometri. I 400 milioni del fondo infrastrutturale andranno in particolare ai cantoni Vallese (220 milioni), Berna (93), Giura (24) e Svitto (15).

Il Parlamento ha stanziato anche 1,209 miliardi di franchi, attingendo al Finanziamento speciale per il traffico stradale (FSTS) per lavori di sistemazione e manutenzione delle strade nazionali in esercizio. Questo credito servirà tra l'altro a terminare i lavori sulla A2 fra Airolo e Quinto, allo svincolo autostradale di Mendrisio e per la circonvallazione di Roveredo.

I 195 milioni di franchi per decongestionare la rete saranno in gran parte investiti nell'ampliamento a sei corsie della circonvallazione nord di Zurigo (A1).

Le risorse destinate ai progetti provengono dal Fondo infrastrutturale. Il FOSTRA, approvato in votazione il 12 febbraio, entrerà in vigore nel 2018.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS