Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - A 100 giorni dalla nascita della coalizione liberalconservatrice che ha preso la guida della Gran Bretagna, il vicepremier britannico Nick Clegg si dice "molto orgoglioso" del lavoro fatto dal governo nato dall'unione tra Conservatori e Liberaldemocratici, affermando che tra i partner c'è "un impegno a lungo termine".
Una soddisfazione che non sembra però tradursi in consensi per i Lib-dem, che continuano invece a perdere punti nei sondaggi rispetto al risultato elettorale delle politiche. Secondo un rilevamento del Guardian, la maggioranza relativa dei cittadini britannici ritiene che ci sia bisogno di passare per una fase di 'austerità' e accetta i tagli proposti dal cancelliere dello Scacchiere George Osborne, perno centrale dell'azione dell'esecutivo: il 46% degli intervistati ha dichiarato di approvare le politiche dei tagli alla spesa pubblica, mentre il 36% ha detto di non essere d'accordo con la linea del cancelliere. Il sondaggio ha anche testato le intenzioni di voto degli elettori britannici, oggi divise tra un 37% per i Conservatori e un 37% per i laburisti. Per la prima volta in tre anni, quindi, i due partiti si trovano a pari livello. Mentre ai lib-dem non resta che un misero 18%.
Clegg, che "tiene le redini" del governo mentre David Cameron è in vacanza per due settimane, ha oggi tenuto un discorso sulle politiche che nei prossimi mesi puntano ad aumentare la mobilità sociale, affermando che "questo governo non fa solo tagli" e ha come fine ultimo la creazione una società più giusta.
"Oggi il governo di coalizione compie 100 giorni - ha detto il vice primo ministro - Inevitabilmente ci sono molte discussioni sulla nostra azione. Ognuno ha la propria opinione sulla nostra partenza. Sono molto orgoglioso di quel che abbiamo ottenuto finora, dalle libertà civili, alla riforma della politica, ai passi compiuti per rifare i nostri servizi pubblici. E naturalmente anche della nostra prima finanziaria che ha creato il piano per riparare le finanze pubbliche".
"I nostri critici - ha proseguito -ci caratterizzano come quelli che fanno solo tagli alla spesa. Voglio essere chiaro: affrontare il deficit è la nostra priorità immediata. Ma non è l'inizio e la fine di tutto. Questo governo non fa solo tagli".
La coalizione Lib-Con nacque al termine di cinque giorni di negoziati frenetici a maggio, dopo che le elezioni non avevano dato la maggioranza assoluta a nessun partito. La sera dell'11 maggio, quando David Cameron fu invitato dalla Regina a Buckingham Palace, dopo che era stato raggiunto l'accordo politico con Clegg, fatto di concessioni e compromessi raggiunti a fatica, ancora non erano chiari i contorni dell'inatteso esecutivo. Lo stesso leader Lib-dem ebbe l'ok dei suoi deputati solo nella tarda sera dell'11, facendo nascere la prima coalizione di governo della Gran Bretagna dal dopoguerra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS