Navigation

11/9: allora presidente Leuenberger venne informato solo dopo 2 ore

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 settembre 2011 - 14:26
(Keystone-ATS)

L'allora presidente della Confederazione Moritz Leuenberger venne a sapere solo con forte ritardo degli attentati terroristici a New York l'11 settembre 2001. Lo rivela lo stesso ex ministro in un'intervista pubblicata oggi dal sito online da "Tagesanzeiger.ch/Newsnetz"

"Ero in una seduta e sono venuto a sapere di quello stava succedendo due ore più tardi", spiega Leuenberger. "Nonostante questo ho avuto tempo sufficiente per capire cosa c'era da fare e come dovevo prendere posizione pubblicamente su una catastrofe di dimensione globale che interessava anche il nostro paese".

Come è stato possibile un ritardo di questo tipo? Non si è capito subito l'importanza dell'evento? "Non è stato questo il motivo. La Cancelleria federale non è riuscita a contattarmi in modo sufficientemente rapido", taglia corto l'ex responsabile del dipartimento dei trasporti. "La rotazione della presidenza della Confederazione ha anche i suoi svantaggi. Non voglio però continuare a battere su questa questione, più che altro aneddotica".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?