Tutte le notizie in breve

Sono 135.356 le persone licenziate o sospese dalle pubbliche amministrazioni in Turchia dopo il fallito colpo di stato del 15 luglio, perché sospettate di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen.

Lo ha detto in un'intervista alla Cnn Turk il ministro del Lavoro di Ankara, Mehmet Muezzinoglu. Oltre 41 mila persone sono inoltre state arrestate con l'accusa di aver supportato a vario titolo il tentativo di putsch.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve