Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono 29, di cui 19 bambini, i morti in un bombardamento governativo con missili avvenuto ieri su un quartiere di Aleppo, secondo l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria.

Un episodio che ha indotto la Coalizione dell'opposizione a non partecipare a una conferenza del gruppo Amici della Siria la settimana prossima a Roma.

Intanto sono ripresi oggi i combattimenti tra ribelli e forze governative e i bombardamenti a Zamalka e Duma, vicino a Damasco, e nella provincia meridionale di Daraa. A Zamalka, riferisce l'Ondus, si registrano "perdite" sia tra i miliziani anti-governativi sia fra le truppe lealiste. Secondo la stessa fonte combattimenti sono in corso anche vicino ad Aleppo nelle vicinanze dell'aeroporto internazionale e dell'aeroporto militare di Nayrab.

Ieri, secondo un bilancio stilato dalla stessa ong, i morti in tutto il Paese sono stati 160. Tra quelli identificati, 95 erano civili, 24 ribelli e almeno 37 soldati governativi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS