Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono 245 i fermi scattati in Francia per gli incidenti e la guerriglia urbana in banlieue dall'inizio dell'affaire Théo, il giovane di 22 anni di Aulnay-sous-Bois brutalizzato e, secondo l'accusa, stuprato da quattro agenti durante un fermo di polizia.

LO riferisce il gabinetto del ministro dell'Interno, Bruno Le Roux.

Oggi il presidente francese, François Hollande, è tornato a lanciare un appello alla calma e ha assicurato che la giustizia farà il suo corso. I quattro agenti sono indagati, di cui uno per stupro e tre violenze di gruppo.

In una testimonianza a L'Obs, Mohamed K., un amico di Théo, racconta di essere stato massacrato di botte una settimana prima sempre dallo stesso agente.

Parole che hanno indotto il ministro dell'Interno, Bruno Le Roux, a rivolgersi all'Ispettorato della polizia (Igpn) per fare piena chiarezza su queste nuove accuse, la giustizia ha aperto un'indagine preliminare anche su questo caso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS